Torna a tutti gli articoli
Blog Img

Curriculum vitae europeo: come farlo e modello

Il Curriculum vitae europeo, o Cv Europass, è un modello riconosciuto in tutta Europa per presentare la propria carriera formativa e professionale. Ecco quello che c’è da sapere per compilarlo al meglio



L’Europa è una comunità culturale, politica ed economica. Uno degli obiettivi principali che le istituzioni europee si sono poste è la mobilità dei lavoratori al suo interno, cioè la possibilità delle persone di spostarsi e lavorare all’interno del continente.

Uno degli strumenti che la Commissione europea ha introdotto per semplificare questo processo è il Curriculum vitae europeo. Detto anche Europass (anche se come vedremo non sono esattamente la stessa cosa), è un modello di Cv che presenta esperienze lavorative ed esperienze professionali con un formato standard, riconoscibile da datori di lavoro e istituzioni di tutta Europa.

Cerchi lavoro? Consulta le nostre opportunità

Che cos’è il curriculum vitae europeo o Europass?

Il Cv in formato europeo, detto anche Europass, è stato introdotto dalla Commissione Europea fin dal 2002. È un modello standard di curriculum vitae che presenta in modo ordinato e sintetico le informazioni personali e la carriera professionale di un lavoratore.

Scaricando il modello, in formato pdf o word, il lavoratore può presentare in maniera riconoscibile la propria carriera professionale per rispondere alle offerte di lavoro, con uno schema riconosciuto, appunto, in tutta Europa.

Si tratta però di uno strumento e non di un obbligo, nel senso che la compilazione del modello non è obbligatoria a meno che questo non venga richiesto espressamente dall’azienda che sta cercando personale. Non si tratta di un certificato quindi, ma di un’autodichiarazione volontaria della persona.

Inoltre, i modelli di curriculum vitae europeo non sempre si adattano a tutte le carriere professionali. Può essere utile per avere uno schema da seguire, ma proprio perché si tratta di un modello predefinito non consente di personalizzare il proprio Cv e può risultare limitante per i candidati con una lunga esperienza.

Si tratta comunque di uno strumento importante:

  • per la persona che aspira a trovare un posto di lavoro, perché consente di valorizzare percorsi di apprendimento non formali;

  • per le aziende e gli istituti di formazione e istruzione, che possono riconoscere in modo più immediato conoscenze e abilità del candidato.


A cosa serve il Curriculum vitae europeo o Europass?

Il Cv europeo serve a elencare le proprie esperienze professionali e di formazione secondo uno schema riconosciuto da enti e aziende di tutta Europa. L’Europass riconosce ed elenca:

  1. sia la formazione iniziale che le esperienze di vita e lavoro;

  2. le competenze acquisite durante tutta la carriera professionale o formativa;

  3. sia le competenze tecniche e professionali, che le soft skills acquisite durante la propria vita.

Il Curriculum europeo fornisce inoltre indicazioni:

  1. sulle competenze linguistiche della persona;

  2. sulle esperienze lavorative;

  3. sulle qualifiche e sui titoli formativi acquisiti.

Cerchi lavoro? Candidati sul nostro portale

Com’è strutturato il Curriculum Vitae europeo?

Il Cv europeo è diviso in più sezioni:

  1. informazioni edati personali: comprendono nome, cognome, residenza, data di nascita ed eventuali collegamenti a siti web o profili social. Senza dimenticare i fondamentali recapiti per essere contattati nel caso in cui l’azienda voglia fissare l’agognato colloquio di lavoro;

  2. esperienza lavorativa: è il cuore dell’Europass, dove bisogna indicare, partendo dalla più recente e risalendo alla più datata, tutte le esperienze lavorative. Non dimenticare  stage e tirocini, così come aspetti particolari come soggiorni o lavori all’estero, borse di studi presso università estere, attività di gestione del personale o del pubblico;

  3. istruzione e formazione: in questa sezione vanno elencati tutti i titoli di studio per cui si è ottenuto un certificato riconosciuto. Bisogna partire quindi dai corsi di studio ufficiali ma elencando anche i corsi di specializzazione o di formazione seguiti, soprattutto se coerenti con la posizione per cui ci si candida;

  4. capacità e competenze personali: comprende le competenze linguistiche (col grado di conoscenza per scritto, parlato e comprensione), capacità informatiche, capacità e competenze interpersonali maturate (lavoro in gruppo, relazioni col pubblico, capacità comunicative), capacità organizzative (per esempio l’organizzazione di eventi o la gestione di squadre sportive), competenze artistiche, patenti possedute;

  5. informazioni aggiuntive hai pubblicato studi o lavori di ricerca? Appartieni ad associazioni o albi particolari? Questo è il posto giusto dove indicarli;

  6. allegati vari: si possono allegare i certificati originali che attestano le competenze indicate nelle altre sezioni.


Come scaricare gratis un Curriculum Vitae europeo?

Non c’è bisogno di pagare per scaricare il modello di Curriculum Vitae europeo. Sul sito Europass dell’Unione europea infatti puoi caricare gratuitamente le tue informazioni personali, creare il tuo profilo e scaricare poi il tuo Cv europeo già pronto.

Se invece preferisci avere un modello Word da scaricare e compilare puoi fare riferimento al sito del ministero del Lavoro. Non dimenticare di allegare anche una lettera di presentazione efficace al tuo Cv.

Perché Europass non va bene?

Il Cv europeo però non piace a tutti. Proprio per la sua struttura standard potrebbe risultare troppo simile a tanti curriculum arrivati sulla scrivania del recruiter che deve fare la selezione, oppure riservare troppo spazio a informazioni inutili.

Tra i punti più criticati del Curriculum in formato europeo, che possono quindi trasformarsi in svantaggi quando rispondi a un annuncio o ti proponi come candidatura spontanea a un’azienda, ci sono:

  • rigido e uniforme: la struttura del Cv europeo è sicuramente riconoscibile e immediatamente comprensibile, ma lo schema utilizzato rischia di risultare monotono, senza far emergere il tuo Cv tra i tanti;

  • troppo schematico: le linee guida per la creazione del Cv è molto rigida e questo può comportare una serie di problemi, come riservare troppo spazio ad alcune informazioni (come quelle anagrafiche) a scapito di altre;

  • le esperienze professionali vengono esposte secondo uno stesso schema (datore di lavoro, ruolo, periodo), senza concentrarsi sugli obiettivi raggiunti o sulle competenze maturate;

  • grafica: anche la grafica proposta per il Cv europeo oggi risulta un po’ antiquata e poco accattivante, meglio forse sarebbe prendere spunto dallo schema proposto e personalizzare;

  • per le competenze linguistiche ci si affida a una serie di sigle e lettere (A2, B1 ecc.) che non è detto sia perfettamente comprensibile da tutti i datori di lavoro, spesso è meglio una spiegazione chiara (“Ho studiato un anno a Parigi e parlo abitualmente francese coi clienti”);

  • troppo lungo: lo schema proposto per le esperienze è sempre lo stesso e molto rigido, questo può rappresentare un problema se il candidato ha molta esperienza perché inserire troppe informazioni o inviare un cv di 3-4 pagine può sia nascondere informazioni più importanti che scoraggiare anche il recruiter più motivato.


Cerchi lavoro? Consulta le nostre opportunità

Che differenza c’è tra curriculum europeo e Europass?

Sono spesso usati come sinonimi, ma Curriculum europeo ed Europass sono due facce della stessa medaglia. Europass è infatti un progetto dell’Unione europea per facilitare la gestione degli studi e della ricerca di lavoro con un format online che consente di presentare le proprie competenze in tutta Europa utilizzando un portale disponibile in 30 lingue.

Per farlo bisogna creare un profilo Europass online e inserire tutte le informazioni che ti riguardano. Il portale poi automaticamente ti consentirà, sulla base dei dati inseriti, di scaricare un curriculum o una lettera di presentazione.

Europass  consente quindi di avere accesso a più servizi:

  1. compilare e scaricare un curriculum vitae europeo;

  2. scrivere e scaricare una lettera di presentazione;

  3. ricercare facilmente corsi di studio in Europa;

  4. valutare proposte di corsi adatti alle tue competenze;

  5. leggere articoli sulle opportunità di studio offerte nei diversi Paesi membri.