Torna a tutti gli articoli
Blog Img

Staccare la spina = Mission Impossibile?

Riesci davvero a staccare dal lavoro?

 

La pandemia ha generato in tutto il mondo un vero e proprio boom del telelavoro. Indubbiamente è una buona notizia per tutti. Dire addio al tragitto casa-lavoro significa più tempo da trascorrere in famiglia, senza preoccuparsi delle regole da seguire in ufficio. Tuttavia con l'assenza di confini tra lavoro e casa emergono alcuni aspetti negativi. È più difficile staccare la spina quando il tuo ufficio è a pochi passi di distanza e infine ti ritrovi a rispondere alle e-mail anche a tarda sera o a ricontrollare l’elenco delle cose da fare invece di concederti il meritato relax.

 

Molti di noi sono SEMPRE connessi: diamo un’occhiata alla posta elettronica a letto, in vacanza e persino durante eventi importanti con gli amici e la famiglia. Siamo circondati costantemente dal rumore digitale, senza uno spazio mentale per staccare la spina e la nostra incapacità di interrompere questa connessione può avere un impatto notevole sulla salute mentale e fisica. Sono dovuti al superlavoro un aumento dei problemi di salute e degli stati ansiogeni e una costante spossatezza. Per ironia della sorte, il superlavoro può avere un impatto negativo anche sulla qualità del lavoro. Fare pause regolari o a prendersi del tempo libero aiuta a migliorare le prestazioni.

 

Prima del Covid-19, nei mesi di luglio e agosto gli uffici si svuotavano e molti di noi erano diretti verso le località di vacanza. E anche questa estate, in cui la pandemia non è ancora alle nostre spalle, è importante trovare il modo di staccare la spina.

 

Ecco alcuni modi per proteggere il tuo tempo libero:

 

Parla al tuo team

 

Parlare con il tuo responsabile e i colleghi spiegando che ti serve più tempo per ricaricare le batterie può essere molto utile per evidenziare eventuali problemi e iniziare a stabilire confini salutari.

 

Ripensa all’urgenza

 

In un mondo così interconnesso è facile considerare ogni cosa come molto, molto urgente. La verità è che ci sono cose che non devono essere fatte subito. Ripensa ora a come assegnare la priorità ai tuoi compiti in modo da riprenderti i tuoi spazi.

 

Riprenditi il fuori ufficio

 

Non portare con te lo stress dell’ufficio. Non promettere di controllare le e-mail urgenti e non indicare i dati di contatto per raggiungerti in caso d’urgenza. Quando prendi del tempo libero non ti devi giustificare.

 

Invece della classica formula..

 

“Sono fuori ufficio, ma controllerò ogni tanto le e-mail urgenti.”

 

Perché non provi con ...

 

“Ti saluto scrivania (o tavolo della cucina), eccomi spiaggia! Sono in vacanza e risponderò quando ritorno, dopo aver ricaricato le batterie!”

 

Spegni i dispositivi elettronici

 

Crea uno spazio fisico tra te e i dispositivi con i quali lavori, il laptop e il cellulare. È un buon metodo per cambiare le tue abitudini ed eviterai di controllare continuamente le tue e-mail. Metti tutto nel cassetto e goditi il tuo tempo libero.

 

Non c’è nulla di nuovo in questi consigli. Ma sono suggerimenti che molti di noi dovrebbero leggere e fare propri. Lavorare 24 ore al giorno, 7 giorni su 7 conduce alla sindrome da burnout e danneggia ogni ambito della tua vita, dalle relazioni con gli altri, alla salute e al benessere.

 

Speriamo che quest’estate potrai concederti un po’ di tempo libero dal lavoro. Impara a staccare la spina. Non te ne pentirai.