Lavoro e Social Network

Lavoro e Social Network

ISTRUZIONI D’USO PER I PROFESSIONISTI DI OGGI

 

Ammettiamolo: cercare lavoro al giorno d’oggi rappresenta un’attività molto diversa e, per certi versi, molto più faticosa rispetto a 10 anni fa. Naturalmente non tutto è cambiato, esistono ancora diversi strumenti tradizionali, sia online che offline, come gli annunci pubblicati sui quotidiani e i cosiddetti “aggregatori” di offerte, che raccolgono ricerche da tutto il web.

 

Negli ultimi anni, però, a farla davvero da padrone sono stati i social media, una vera e propria miniera d’oro per chi è alla ricerca di un lavoro. Tantissime le offerte presenti e consultabili gratuitamente a seconda dei propri interessi e della propria professione. 

 

I social media nascono ovviamente con finalità diverse dal recruiting, quindi è importante tenere in considerazione le peculiarità di ogni canale, per fare in modo che questi strumenti siano effettivamente utili al nostro scopo e che non si trasformino in un pericoloso boomerang. Non bisogna, infatti, trascurare i messaggi e l’immagine di noi stessi che veicoliamo tramite i nostri profili, in quanto rappresentano uno strumento fondamentale di personal branding. Questo termine identifica l’insieme delle strategie che è possibile mettere in campo per promuovere competenze, esperienze e il proprio percorso professionale alla stregua, appunto, di un brand.

 

Prendiamo ora più nel dettaglio i principali canali social e analizziamo come possono essere utili per trovare o cambiare lavoro.

 

LinkedIn

Considerando che si tratta del sito di networking professionale più grande del mondo, LinkedIn dovrebbe essere una tappa obbligata quando si cerca una nuova posizione lavorativa. Circa l’85% delle offerte di lavoro sono pubblicizzate attraverso questa rete: prima di iniziare la ricerca, assicurati che il tuo profilo sia completo e aggiornato. LinkedIn consiglia di cercare posizioni direttamente nella pagina “Lavoro”: se trovi un annuncio interessante per te, puoi rivedere il tuo profilo per aggiungere ulteriori informazioni. Puoi anche verificare se, all’interno del tuo network, ci siano persone che già lavorano in azienda. Inoltre, non dimenticare di iscriverti agli avvisi per ricevere tutte le nuove offerte!

 

Facebook

Facebook è un altro ottimo canale per cercare lavoro. Tuttavia, trattandosi innanzitutto di un social network, è consigliabile controllare il tuo profilo, rimuovendo qualsiasi immagine o post che non vorresti fosse visto da un potenziale datore di lavoro. Sarebbe ovviamente meglio farlo a prescindere, in quanto la maggior parte dei recruiter ricerca i profili social dei candidati prima di offrire loro una posizione. Una volta accertato che il tuo profilo sia ok, è utile effettuare le ricerche per parole chiave specifiche o tramite gruppi dedicati. Questi ultimi possono rivelarsi molto utili per conoscere anche altri professionisti del tuo stesso settore e crearti così un tuo network. Ottima abitudine è anche quella di controllare le pagine Facebook delle aziende, poiché spesso elencano all’interno dei propri profili le opportunità di lavoro.

 

 

 

 

Twitter

Se vuoi essere notato su Twitter, assicurati di essere interessante da un punto di vista professionale. Twitta articoli inerenti al tuo settore e rispondi ai tweet che trattano tematiche a te vicine. Inoltre, puoi sfruttare a tuo vantaggio gli hashtag, utilizzandoli per trovare i post dedicati a un argomento specifico: ad esempio, puoi usare #jobs, #jobsearch, #marketingjobs o #NYCjobs.

 

Social Kelly

Infine, non dimenticarti di seguire i profili Kelly Services su Facebook, Twitter, LinkedIn e YouTube, dove ogni giorno condividiamo nuove opportunità di lavoro!

 

Essere presenti sui principali canali, con un’immagine coerente e affidabile, rappresenta un’opportunità in più per la tua carriera e per accedere ad annunci di cui altrimenti potresti non venire mai a conoscenza.