Sei consigli per avere successo all’interno di un team

Sei consigli per avere successo all’interno di un team

Ci siamo passati tutti: in procinto di entrare a far parte di un gruppo di persone che lavorano insieme da molto tempo. E, sia che si sia appena arrivati in azienda o che si sia stati aggiunti ad un team interdipartimentale, essere il “nuovo arrivato” non è sempre facile.

Col tempo, ogni team sviluppa una propria cultura, con accordi detti e non detti su come e con quale frequenza fare le cose e su quale sia la gerarchia all’interno del gruppo stesso. Essendo nuovo, hai bisogno di sapere come integrarti nel team senza causare alcun problema. Se ci riesci, potrai dare valore aggiunto al team e, molto probabilmente, avrai un’esperienza professionale costruttiva e, magari, anche stimolante. Se, invece, hai difficoltà ad integrarti, potresti trovarti isolato, al centro di conflitti  o perfino in difficoltà nello svolgimento del tuo lavoro. Questi sei consigli ti aiuteranno ad avere successo all’interno del team.  

  1. Sii te stesso. Molti di noi si sentono insicuri quando entrano a far parte di un gruppo nuovo e ciò può portarci a cercare di presentarci come pensiamo che le persone ci vogliano. Tuttavia, questo non è certo il modo migliore per creare rapporti solidi. Richiede un sacco di energie fingere di essere diversi da ciò che si è- inoltre, è necessario continuare ad indossare una maschera per non deludere nessuno. Senza contare che molte persone potrebbero intuire che non sei autentico e, di conseguenza, evitarti  o pensare che di te non ci si può fidare. Perciò, rilassati e ricorda: vai bene esattamente come sei.  
  2. Identifica i membri-chiave. Indipendentemente dal fatto che il team abbia una struttura gerarchica, in genere ci sono uno o due membri del gruppo che fanno da leader, coordinano o tengono unito il gruppo. Osserva le interazioni e le dinamiche del gruppo e, in breve tempo, vedrai chi ha maggiore influenza e saprai da chi farti supportare.  
  3. Conosci gli altri membri del team. È sempre buona norma mostrare interesse verso gli altri al di là del lavoro. Secondo quanto scrive Christine M. Riordan nell’articolo dell’Harvard Business Review dal titolo “We All Need Friends at Work” ("Tutti abbiamo bisogno di amici sul lavoro"), fare amicizia coi colleghi ti può rendere più felice e più legato al tuo lavoro. Socializza  con altri membri del team durante le pause, esci con loro dopo il lavoro per un aperitivo o una cena. Assicurati soltanto di rispettare i “confini” degli altri, e comportati sempre in maniera professionale.
  4. Osserva i processi e fanne tesoro. L’articolo di Monster  “How do I integrate myself into a new team?” (“Come integrarmi in un nuovo team?”) evidenzia che non è mai una buona idea criticare un processo. Innanzitutto, se qualcuno del team l’ha creato, potresti inimicartelo. In secondo luogo, non sai ancora perché certe cose vengono fatte in un determinate modo. Scopri per quale motive le cose vengono fatte così e fai tuoi i processi consolidati.  
  5. Sii sicuro di te, ma riservato. Nel suo articolo di Levo League dal titolo “5 Tips for Integrating Yourself into an Organization from an HR Expert,” (“5 consigli per integrarti in un’organizzazione da un’esperta di HR”), Ashaki Rucker mette in guardia dal concentrarsi eccessivamente sull’esibizione dei propri punti di forza. C’è una ragione per cui sei stato inserito nel team, il che significa che i tuoi collaboratori, probabilmente, conoscono già i tuoi talenti e le tue competenze. Anche se così non fosse, è consigliabile essere riservati e lasciare che siano le dinamiche del gruppo a farli emergere. Ciò non significa che non devi dare il tuo contributo: semplicemente, assicurati di farlo in maniera rispettosa e senza sfidare nessun altro membro del team.
  6. Mantieni le tue promesse. Accertati sempre, se prometti qualcosa, di poterlo fare. Per esempio, evita (in un accesso di entusiasmo o per fare una buona impressione) di concordare di finire un report di 20 pagine in un giorno. Datti tempo sufficiente per fare un buon lavoro: in definitiva, è più probabile che sia la qualità del tuo lavoro a fare una buona impressione, piuttosto che la tua rapidità nel portarlo a termine. Al tempo stesso, se hai bisogno del supporto o della guida di qualche altro membro del team, chiedi. Nella maggior parte dei casi, i tuoi colleghi saranno più che lieti di aiutarti e collaborare più strettamente può aiutarti a consolidare i rapporti.

 

Tieni sempre a mente questi sei consigli e, prima di rendertene conto, sarai un membro stimato del tuo team. E ricorda: la prossima volta che nel tuo team arriverà uno nuovo, tendigli la mano per farlo sentire benvenuto. Perché quanto meglio il tuo team  lavora insieme, più sarà produttivo. E questo sarà un vantaggio per tutti.