Le competenze valgono oro nel mercato del lavoro.

Le competenze valgono oro nel mercato del lavoro.

MA COME RIMANERE SEMPRE COMPETITIVI E AL PASSO CON L’EVOLUZIONE DEL MERCATO?

 

Negli ultimi anni, il mercato del lavoro è stato caratterizzato da un profondo divario tra la domanda e l’offerta di competenze. Le aziende, infatti, sono alla ricerca di tantissimi professionisti nel campo della tecnologia, dell’healthcare, del commercio, che non riescono a reperire. Questo problema, però, non è legato alla mancanza di candidati, bensì alla carenza di skill specializzate per svolgere le mansioni di cui le imprese hanno bisogno per essere competitive. 

Il rapporto Excelsior di Unioncamere, fotografa in modo chiaro il mondo del lavoro in Italia, confermando il forte disallineamento tra domanda e offerta. I dati evidenziano che, nelle ricerche effettuate nel 2018, in un caso su 4 è stato difficile reperire il personale. Il disallineamento ha riguardato il 26% dei 4,5 milioni di contratti di lavoro che si volevano stipulare, cioè 5 punti percentuali in più dell’anno precedente. Per i giovani la situazione non migliora affatto, anzi, la difficoltà media di reperimento aumenta al 28%, con punte addirittura del 62% per quanto riguarda gli specialisti in scienze informatiche, fisiche e chimiche. Seguono lo stesso trend anche i profili dirigenziali e le professioni intellettuali e scientifiche ad elevata specializzazione per cui il divario tra domanda e offerta di lavoro raggiunge il 40% delle ricerche.

Per far fronte a questa problematica, la risposta migliore è lo sviluppo di competenze mirate per chi si sta affacciando per la prima volta sul mercato del lavoro, di un reskilling per i lavoratori in cerca di un nuovo impiego e di un upskilling per i professionisti che dovranno affrontare cambiamenti o evoluzioni nelle proprie mansioni.

Secondo l’ultima ricerca del World Economic Forum, le competenze più richieste dal mondo lavorativo futuro saranno quelle trasversali: risoluzione di problemi complessi, pensiero critico, creatività, capacità di coordinarsi con gli altri, intelligenza emotiva, capacità di giudizio e presa delle decisioni, orientamento al servizio, negoziazione e flessibilità cognitiva. Kelly Services, da sempre, aiuta i candidati a ottimizzare e sviluppare al meglio le proprie skill, fornendo una consulenza personalizzata. Per assicurarsi una lunga carriera, nel mercato odierno, è importantissimo continuare la propria formazione, per l’apprendimento di nuove e importanti skill. Più ampio e specializzato sarà il bagaglio di competenze, più elevato sarà il proprio valore sul mercato.

Lato aziende è necessario, invece, considerare tre opzioni per sanare questo mismatch. La prima è quella di assumere talenti che hanno le competenze richieste, anche se le hanno sviluppate presso istituti, accademie o altri programmi di formazione diversi dall’Università. Un’altra strada è quella di rivedere i criteri di assunzione e la progettazione del lavoro: spesso i candidati perfetti si trovano già all’interno dell’azienda, devono solo essere formati in maniera adeguata. Puntare maggiormente sulla crescita dei propri dipendenti, quindi, si rivela frequentemente la mossa vincente per crescere. Un'altra opzione è collaborare con i le aziende che operano nel settore dello staffing, ovvero professionisti in grado di fornire i migliori talenti e anche di supportare la loro formazione continua.