Torna a tutti gli articoli
Blog Img

Contabile: chi è, cosa fa e come trovare lavoro

L'impiegato contabile è una figura presente nella maggior parte delle aziende e degli enti. Cura la regolarità contabile, fiscale e giuridica delle operazioni e la preparazione dei bilanci. Ecco tutto quel che bisogna sapere su questa figura

Il contabile è una figura professionale molto diffusa nelle aziende e negli enti pubblici. Detto anche ragioniere, si occupa di tenere la contabilità nella società per cui lavora, verificando e mantenendo il rispetto delle norme fiscali e amministrative nell’attività quotidiana.

Si occupa anche di curare i libri contabili e può essere sia dipendente diretto di un’azienda che lavorare in studi professionali autonomi, che poi forniscono su commessa il servizio alle imprese.

Cerchi lavoro? Consulta le nostre opportunità

Che cosa fa il contabile?

L’impiegato contabile si occupa della preparazione e della registrazione di ogni documento contabile di un’azienda o di un ente, oltre che di verificare la regolarità fiscale di ogni movimento.

Si tratta dunque di un compito cruciale, perché consente alla società per cui il contabile lavora di rispettare le norme e le leggi vigenti in materia fiscale. Il suo lavoro serve anche a registrare con precisione ogni movimento finanziario che l’attività quotidiana dell’azienda comporta, sia da un punto di vista economico che giudiziario.

Questo significa che il contabile, anche utilizzando programmi gestionali appositi, si può occupare di:

  • registrare e inviare fatture e fatture elettroniche;

  • curare i pagamenti ai fornitori;

  • registrazioni contabili e rapporti con le banche;

  • contabilità generale;

  • adempimenti fiscali;

  • registrazione paghe;

  • registrazione contributi;

  • preparazione di report economici;

  • redazione bilancio;

  • predisposizione dichiarazioni fiscali periodiche;

  • controllare il rispetto delle scadenze fiscali;

  • garantire la regolarità dei documenti contabili.


Cosa bisogna fare per diventare contabile?

Per diventare contabile la strada più frequente è quella di seguire un corso di ragioneria, ottenendo il diploma, e poi una laurea triennale a indirizzo economico-gestionale, sempre più richiesta dalle imprese alla ricerca di impiegati contabili.

Altrimenti si possono seguire corsi specifici di formazione in contabilità, che consentano di acquisire le competenze necessarie per svolgere l’attività.

L’esperienza è però spesso molto gradita e richiesta dalle aziende, che hanno bisogno di personale specificatamente formato per gestire libri contabili e pagamenti.

Per fare il suo lavoro, il contabile deve anche avere buona dimestichezza con i programmi gestionali più diffusi, che consentono di organizzare le attività fiscali e amministrative in maniera più rapida e precisa.

Basilare poi la conoscenza del pacchetto Office, e in particolar modo di Excel, o di altre applicazioni simili.

Completano il profilo anche:

Come abbiamo visto, il contabile può lavorare in imprese di qualsiasi settore, proprio perché in ogni campo c’è bisogna di una figura che vigili sulla regolarità fiscale e giuridica delle operazioni. Ma i contabili trovano lavoro anche negli enti pubblici, nelle associazioni e negli studi professionali, dove possono essere assunti per prestare servizio ad aziende terze.

Cerchi lavoro? Consulta le nostre opportunità

Quanto si guadagna a fare il contabile?

Lo stipendio medio di un impiegato contabile in Italia oscilla tra i 25 e i 27.000 euro l’anno, ma arriva facilmente a 30.000 euro nelle aziende più strutturate e in alcune aree del Paese. Ovviamente la paga base per un contabile alle prime armi è più bassa, attorno ai 20-22.000 euro, che poi tendono a crescere in base all’esperienza acquisita e alle responsabilità