Torna a tutti gli articoli
Blog Img

Lettera motivazionale: cos'è e come farla (con esempio)

La lettera motivazionale è un documento prezioso per presentarsi a un’azienda e convincerla a fissarti un colloquio di lavoro. Ecco cosa bisogna sapere prima di scriverla e un esempio pratico da cui prendere spunto



Perché quell’azienda dovrebbe scegliere proprio te? Risponde a questa domanda la lettera motivazionale, ovvero quel breve testo che serve a manifestare il tuo interesse per un’auto-candidatura o per un annuncio di lavoro specifico, convincendo il responsabile del personale o il datore di lavoro a fissarti un colloquio.

Scrivere una lettera motivazionale, però, non è così semplice e immediato, ci sono alcune indicazioni da seguire e molte cose da tenere presente per avere successo.

Cerchi lavoro? Consulta le nostre opportunità

Come si scrive una lettera di motivazione?

Esperienza professionale, entusiasmo, punti di forza. Sono questi gli argomenti da trattare nella lettera motivazionale, il testo che accompagnando il curriculum vitae consente di trattare in maniera discorsiva non soltanto la tua esperienza lavorativa, come avviene per il Cv, ma anche le ragioni che, più nel dettaglio, ti spingono a presentarti a un’azienda specifica.

La lettera di candidatura, detta spesso anche lettera di presentazione, ha dunque il compito di farti emergere dalla massa di curriculum che l’incaricato della selezione del personale deve valutare, colpendo la sua attenzione per convincerlo che sei la persona giusta da assumere in quell’azienda.

Sia che si tratti di una risposta a un’offerta di lavoro o di una candidatura spontanea, infatti, è necessario accompagnare il curriculum con un breve testo che esprima tutto quello che il Cv spesso non riesce a contenere, ovvero l’entusiasmo per il lavoro, l’interesse per l’azienda e la voglia di mettersi in gioco.

Il linguaggio della lettera motivazionale è dunque molto differente da quello del curriculum e deve essere:

  • chiaro, per essere compreso al volo, con una lettura veloce;

  • convincente, per mettere in risalto come puoi essere utile all’azienda;

  • stimolante, per spingere l’azienda a valutare con più attenzione il tuo curriculum e fissarti un eventuale colloquio di lavoro.


La lettera motivazione deve dunque lasciar trasparire le tue emozioni e le tue passioni, pur senza esagerare: si tratta pur sempre di un documento di lavoro.

Cosa scrivere nelle motivazioni alla candidatura?

La lettera motivazionale è formata da più parti, che rispondono a obiettivi differenti:

  1. una prima parte in cui spieghi perché hai scelto di proporti all’azienda in questione, elencando ragioni e interessi che ti legano a quella società, sia di tipo professionale che personale;

  2. una seconda parte in cui spieghi cosa tu hai fatto nel corso della tua carriera lavorativa;

  3. una terza parte in cui spieghi perché assumerti sarebbe un vantaggio, cioè perché insieme potete ottenere risultati migliori.

Da un punto di vista strutturale, quindi, la lettera motivazionale si compone di diversi paragrafi:

  • i tuoi dati personali, utili per essere ricontattato in caso di bisogno. Si tratta di nome, cognome, indirizzo, numero di telefono e mail, più eventuali profili social o siti Internet da te gestiti, purché siano di tipo professionale: non conviene mettere il link al profilo personale Facebook se questo raccoglie soltanto le foto delle feste cui avete partecipato o simili, oppure i brindisi con gli amici al bar;

  • l'oggetto e il destinatario della lettera, cioè la persona o l’ufficio a cui ti stai rivolgendo. È molto importante scegliere la persona giusta, ovvero il responsabile delle risorse umane o l’incaricato alla selezione dei candidati per una posizione specifica.
    Inviare lettera e curriculum a un generico indirizzo info@azienda.com può essere infatti inutile, perché le mail generiche normalmente non sono lette da chi gestisce le risorse umane e sono assediate da valanghe di altri messaggi di ogni genere, tra pubblicità e spam vera e propria.
    Per trovare il destinatario giusto bisogna dunque leggere attentamente l’annuncio di lavoro, oppure studiare il sito web dell’azienda, nella sezione dedicata a trovare lavoro, oppure in alternativa chiamare al telefono per chiedere il riferimento della persona più adatta;

  • il primo paragrafo della lettera serve a presentarsi velocemente, richiamare l’annuncio di lavoro cui stai rispondendo ed elencare i motivi che ti spingono a proporti proprio a quell’azienda;

  • in un secondo paragrafo devi poi passare a elencare il tuo percorso professionale e i risultati che hai ottenuto nei tuoi precedenti impieghi, usando possibilmente numeri che certifichino i tuoi successi;

  • nel terzo paragrafo bisogna spiegare nel dettaglio perché potrebbe essere un vantaggio assumerti, cercando di spiegare quale potrebbe essere il tuo ruolo all’interno della società cui ti stai presentando;

  • l’ultima parte della lettera motivazionale è costituita dai saluti, che devono essere “caldi”, quindi sentiti, ma comunque formali, invitando il tuo interlocutore a fissarti un colloquio di lavoro.

Altro aspetto importante: così come accade per il curriculum, è fondamentale personalizzare la lettera di motivazione per ogni annuncio di lavoro e ogni azienda, adattandola ai potenziali datori di lavoro cui ti rivolgi.

Una lettera standard infatti viene facilmente individuata, ottenendo così il risultato opposto a quello che ti sei fissato iniziando a scriverla: allontanare il tuo interlocutore e diminuire il suo interesse nei tuoi confronti.

Cerchi lavoro? Candidati sul nostro portale

Come si scrive una lettera motivazionale per lavoro?

Ricapitolando, una lettera di presentazione deve essere:

  • chiara, con un linguaggio semplice ma diretto;

  • coinvolgente, perché fa trasparire passioni ed entusiasmo;

  • credibile, perché non elenca capacità o successi fantasmagorici ma i risultati concreti che hai saputo ottenere;

  • personalizzata per l’azienda cui si rivolge;

  • deve contenere i successi ottenuti e i pregid ella tua personalità e della tua carriera;

  • convincente sui vantaggiche puoi portare all’azienda;

  • entusiasta ma formale nell’esposizione.


Come scrivere una cover letter esempio?

Ecco dunque un esempio di lettera motivazionale da cui prendere spunto:

Guido Rossi

via Aldo Moro, 5 - 20161 - Milano

cell. 333-3333333

mail: guido.rossi@mail.com

it.linkedin.com/guidorossi

Dott. Paolo Neri

HR manager Gruppo Market Plus

piazza Verdi 22

Milano

Oggetto: lettera di presentazione per candidatura a responsabile di area

Gentile dottor Neri, mi chiamo Guido Rossi e le scrivo per presentarle la mia candidatura per la posizione di responsabile di area, come da annuncio Rif. 111 pubblicato sul vostro sito Internet.

Ho avuto modo in passato di frequentare i vostri negozi e sono rimasto colpito dalla ricchezza dell’assortimento e dalla cura con cui ogni punto vendita è allestito, oltre che dal profondo grado di conoscenza e apprezzamento ottenuto negli ultimi anni dal vostro marchio presso il pubblico.

Un giudizio che posso fare da un punto di vista professionale, perché per oltre cinque anni ho rivestito la carica di responsabile commerciale per la catena “Market Top”. In questo ruolo, ho contribuito personalmente al progetto di riorganizzazione che tra 2012 e 2020 ha consentito al gruppo di aumentare i ricavi del 26% e ridurre i costi operativi del 12%, aumentando costantemente inoltre il numero e la fedeltà dei clienti. Nel corso della mia carriera ho effettuato numerosi soggiorni all’estero che mi hanno consentito di conoscere nuove prospettive commerciali, ampliando ulteriormente il bagaglio di conoscenze acquisito prima con la laurea in Economia e commercio (indirizzo aziendale) e poi col Master in gestione d’affari ottenuto alla Bologna Business School, con indirizzo internazionale.

Proprio per questi motivi credo di poter contribuire alla crescita del vostro gruppo, che sta cercando una figura poliedrica, con esperienza all’estero, per aumentare la conoscenza del marchio e la diffusione commerciale nell’area di competenza.

Ringraziandola quindi per l’attenzione riservatami, le invio il mio curriculum vitae, le confermo la mia disponibilità per un colloquio personale e le porgo i miei più cordiali saluti.

Guido Rossi

Cerchi lavoro? Consulta le nostre opportunità