Torna a tutti gli articoli
Blog Img

Buoni propositi per il nuovo anno: come fissare obiettivi più intelligenti

È molto comune, quando inizia un nuovo anno, fare un bilancio di ciò che è stato per poi proiettarsi al futuro e cominciare a fissare nuovi obiettivi. Dal fare più esercizio fisico al mangiare sano, dal realizzare un grande progetto a leggere di più, i buoni propositi per il nuovo anno possono essere molteplici e diversi, ma spesso, purtroppo, hanno in comune una sola cosa: non si riesce a mantenerli. Così, arrivati a febbraio, è altamente probabile averli anche già dimenticati.

Cerchi lavoro? Consulta le nostre opportunità

Utilizzare le tecniche di business

Una strategia molto utile per gestire i nostri obiettivi può essere quella di servirsi dei principi e delle tecniche di business. Cosa significa? In primo luogo, è necessario fissare una serie di propositi chiari e misurabili, nello stesso modo in cui lo si farebbe per la propria carriera o attività professionale. È importante, inoltre, che il numero di propositi si mantenga entro limiti gestibili: da tre a cinque è sufficiente. Questo consente di prestare attenzione a ciascuno e tenerli sotto controllo.

Dopodiché, è necessario trattare i propri propositi come fossero veri e propri progetti. Bisogna, quindi, analizzare le risorse a disposizione – che includono tempo e denaro – e inserirle in un quadro realistico sulla strada per il raggiungimento dei propri obiettivi. Questo approccio analitico ha molte più probabilità di avere successo rispetto a tanti altri buoni propositi che si perdono in un nulla di fatto. Può essere, inoltre, particolarmente utile ripercorrere la propria strada a ritroso e misurare i propri progressi.

Cerchi lavoro? Consulta le nostre opportunità

Partire dai risultati

Un altro modo di affrontare i propositi del nuovo anno è quello di partire dalla celebrazione dei risultati. In questo modo, invece di fissare un obiettivo da raggiungere, si arriva alla fine del mese e si valutano i risultati ottenuti. Non ci saranno delusioni, non si andrà fuori strada e si avrà la garanzia di avere un sacco di cose buone da guardare con orgoglio a dicembre.

Un esempio di una strategia simile potrebbe essere il seguente:

 

Gennaio - Ho avuto un ottimo primo mese nel mio nuovo lavoro (a distanza, colleghi simpatici, stipendio alto, viaggi di lavoro che non vedo l'ora di fare) e ho già avuto un feedback positivo dalla direzione!

Febbraio - Sono riuscita a risolvere un problema impegnativo per un cliente, ho mangiato cibo sano per la maggior parte del mese e ho camminato di più.

Marzo - ho iniziato un corso per migliorare le mie competenze tecniche al lavoro, ho letto un nuovo libro che era sulla mia lista da anno e ho fatto volontariato a un evento di beneficenza.

 

Si dice che bisogna mangiare un elefante un boccone alla volta e sia che si decida di gestire i propri propositi o di capovolgerli completamente, è importante celebrare le piccole vittorie lungo la strada così come si farebbe per i grandi risultati. È questa la ricetta per un 2022 produttivo e di successo.

Cerchi lavoro? Consulta le nostre opportunità