Torna a tutti gli articoli
Blog Img

Come negoziare lo stipendio in fase di colloquio

Parlare di soldi a un colloquio è sempre complicato. Ma essere convinti delle proprie potenzialità e conoscere il proprio valore di mercato è fondamentale per ottenere quello che vuoi. Ecco cosa fare per trattare sul compenso



Non è mai facile parlare di stipendio, specie durante il colloquio di lavoro con un’azienda cui ci stiamo presentando per la prima volta. Ma nel corso della tua carriera professionale, sia che si tratti di chiedere un aumento di stipendio sia che tu stia valutando un nuovo lavoro, negoziare sul compenso è abbastanza normale e frequente. Come accade per ogni colloquio di lavoro, però, è bene prepararsi in anticipo per non arrivare impreparati all’occasione.

Cerchi lavoro? Consulta le nostre opportunità

Come parlare di soldi a un colloquio?

La prima cosa da fare è informarsi bene sullo stipendio cui puoi aspirare, tenendo presente:

  • la posizione che andrai a ricoprire e il suo valore di mercato;

  • la tua esperienza professionale;

  • il tipo di azienda;

  • le condizioni professionali offerte.

Per quanto riguarda la posizione, prima di negoziare il compenso col proprio datore di lavoro bisogna conoscere il “valore di mercato” del ruolo che andrai a ricoprire. Significa che bisogna conoscere lo stipendio medio che viene pagato generalmente per una posizione simile.

Per farti un’idea di quello che dovrebbe essere il tuo compenso, esistono vari siti web che possono esserti utili, perché forniscono questo tipo di dettagli. Molto spesso del resto già nell’offerta di lavoro viene indicata la retribuzione offerta, sotto forma di RAL o in un altro modo simile. Per cui anche solo consultare più offerte di lavoro simili può essere utile per portare a termine trattative salariali in modo vantaggioso.

Può essere utile anche conoscere il contratto di lavoro applicato, se non è lo stesso che hai attualmente, perché questo potrebbe contenere clausole differenti che bisogna tenere presenti per valutare un impiego nel suo complesso.

Ovviamente questo non basta, perché il tuo stipendio dev’essere anche commisurato alla tua esperienza. Per questo devi valutare attentamente le tue esperienze pregresse, confrontarle con quelle richieste nell’annuncio di lavoro e dare a queste un “peso”, che andrà tenuto presente per condurre un negoziato con successo.

Per negoziare lo stipendio in fase di colloquio è poi fondamentale, come sempre, conoscere molto bene l’azienda cui ci stiamo presentando. Così come accade quando decidi di presentare una richiesta di aumento alla tua azienda, devi non solo valutare le dimensioni aziendali e il settore di attività, ma anche le condizioni economiche e finanziarie dell’impresa.



Cosa aspettarsi da un’offerta di lavoro?

Un’offerta di lavoro va valutata nel suo complesso. Bisogna quindi tenere presenti:

  • lo stipendio offerto, ovviamente, è un fattore importante;

  • i benefit aggiuntivi come auto o telefoni aziendali;

  • l’orario di lavoro e la flessibilità consentita;

  • le tue aspettative e i tuoi bisogni.


In altre parole, quando affronti una negoziazione sullo stipendio nel corso di un colloquio, bisogna conoscere tutto il “pacchetto retributivo” offerto dall’azienda. Questo consentirà di evitare di trascurare aspetti positivi (o negativi) che possono influenzare la tua scelta.

Per questo, una volta che si è entrati in argomento, è bene fare domande e chiedere dettagli: chiarire subito tutti gli aspetti necessari consentirà di evitare fraintendimenti o brutte sorprese future.

E ancora: se vedi che il tuo interlocutore è irremovibile sull’ammontare del tuo stipendio, potrebbe essere più facile invece trattare su bonus aggiuntivi che possono essere ugualmente attraenti per te.

Tra i bonus aggiuntivi offerti più di frequente dalle aziende ci possono essere:

  • benefit previdenziali;

  • pacchetti di sanità privata;

  • l’auto aziendale;

  • bonus sui risultati;

  • possibilità di smart working;

  • attività di formazione continua;

  • flessibilità.

Cerchi lavoro? Consulta le nostre opportunità

Come si conduce una trattativa sullo stipendio?

Dopo che ti sei informato, devi prepararti ad affrontare la trattativa sul tuo stipendio. Generalmente non è un argomento che viene affrontato già nel primo colloquio, ma più spesso nel secondo o comunque nei successivi, quando i selezionatori hanno già individuato i candidati più interessanti.

Ma prima ancora di presentarti al colloquio devi avere un’idea precisa di quello che intendi ottenere. Partendo dal tuo stipendio attuale, devi quindi individuare un range retributivo accettabile per te, stabilendo una quota minima sotto la quale non vuoi o non puoi proprio scendere. 

Buona norma sarebbe attendere che la prima offerta venga fatta dall’azienda, o comunque entrare in argomento solo quando è l’azienda a farlo. È possibile anche che ti venga chiesto qual è il tuo stipendio attuale. In questo caso, è meglio non barare o cercare di sparare alto nella speranza di strappare un’offerta migliore: chi si occupa di fare i colloqui è infatti generalmente ben informato sul mercato e sulla tua azienda di origine, e quindi può facilmente smascherare una richiesta troppo esosa.

C’è poi sempre la possibilità che la nuova azienda contatti o conosca direttamente il tuo attuale datore di lavoro, e possa smascherare con una telefonata le tue rivendicazioni. In questo modo avrai ottenuto solo una pessima figura.

Quando poi l’argomento è emerso durante il colloquio, conviene sempre partire dalla parte alta della “forchetta” che hai individuato, per eventualmente scendere solo se incontri un atteggiamento fermo da parte dei tuoi interlocutori.

Nelle tue richieste non devi nemmeno essere troppo duro. Bisogna essere pienamente consapevoli e convinti delle proprie potenzialità e del proprio valore, senza però opporre un muro all’azienda che ti sta valutando. D’altra parte, non devi nemmeno svenderti se ritieni di avere tutte le caratteristiche per riuscire bene nel lavoro.

L’importante è mantenere una visione realistica di quelle che possono essere le tue richieste, senza sparare troppo alto solo per il desiderio di ottenere uno stipendio più alto di quello attuale